Nuovi Buoni Fruttiferi di Giugno 2012

di Francesco Commenta

Il primo comunicato stampa del 1° Giugno 2012 della Cassa dei Depositi e Prestiti ci informa, come di consueto, sulle nuove proposte dei Buoni Fruttiferi valide per il mese in corso e sottoscrivibili presso tutte le filiali delle Poste Italiane. Le nove serie che troveremo da oggi negli uffici sono le seguenti: “E01”, “N04”, “S06”, “T09”, “M72”, “J25”, “D30”, “Z11” e “B92” e sostituiscono ed aggiornano le precedenti “N03”, “S05”, “T08”, “P56”, “X24”, “M71”, “J24”, “D29”, “Z10” e “B91”.

La novità del mese di Giugno 2012 si nota immediatamente; la nuova emissione contraddistinta dalla lettera “N” identifica il BFP 2 anni Plus. Come suggerisce il nome, l’investimento proposto dalla Cassa dei Depositi e Prestiti risponde alle esigenze di alta volatilità del mercato offrendo un prodotto con un rendimento garantito a breve termine. Due soli anni di durata per un corrispettivo del 3,50% lordo, pagato unicamente a chi mantiene fino a scadenza la sottoscrizione.

Tra le ultime serie introdotte vie è poi la “N” arrivata ora alla sua quarta emissione. Anche il BFP 3 anni Plus è dedicato agli investitori di breve termine ed in particolare offre un rendimento del 3,75% lordo al terzo anno, solo nel caso in cui l’investimento venga portato alla sua naturale scadenza.

RENDIMENTI BUONI FRUTTIFERI POSTALI 2012

Per cambiare obiettivo temporale e restare sul “classico” gli investitori possono affidarsi alla serie “B”, arrivata ormai alla sua 92esima emissione; scadenza ventennale per un rendimento progressivamente in crescita con l’avanzare del tempo, noto già al momento della sottoscrizione.

CARATTERISTICHE E RENDIMENTO BUONI FRUTTIFERI POSTALI 3,50

I Buoni Fruttiferi Postali, anche in questo periodo di forte sfiducia verso gli investimenti finanziari, restano una delle scelte preferite; al pari dei titoli di Stato emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, anche i Buoni Postali offrono la garanzia massima, ovvero quella dello Stato Italiano ed anche per questo motivo sono preferiti rispetto ad altre forme di investimento come obbligazioni societarie o fondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>