Nissan – Renault, pronti cambi di capitale?

di Valentina Cervelli Commenta

Nissan – Renault: un’alleanza pronta ad essere rivista nella gestione del capitale? Si tratta di una possibilità, sopratutto adesso che il mercato automobilistico sembra essere entrato in fermento dopo il mancato accordo per la fusione Renault – FCA.

E’ evidente come una delle prime conseguenze di questo “non si ha da fare” abbia chiamato in causa proprio la società giapponese, controllata per il 43% del capitale proprio dalla Renault. Quel che è emerso è che la compagnia giapponese sarebbe infatti pronta a rivedere la partecipazione azionaria nell’alleanza con Renault nel caso si rendesse necessario. E’ stato lo stesso Hiroto Saikawa, amministratore delegato della Nissan ad accenare a questo a margine dell’assemblea degli azionisti che si sta svolgendo all’interno del quartier generale della casa nipponica.  Saikawa ha anche sottolineato di non ritenere il progetto di fusione tra FCA e Renault non competitivo per la casa automobilistica nipponica al momento e questo fa pensare a come la Nissan abbia reagito quasi offesa per non essere stata coinvolta subito nelle trattative per l’alleanza poi non verificatasi tra le due realtà automobilistiche sopra citate.

Va comunque sottolineato che l’assemblea degli azionisti è in corso per discutere del progetto di riforma della corporate governance e la conferma di Saikawa nel ruolo di presidente e amministratore delegato della casa automobilistica. La Nissan ha bisogno di rivedere il suo assetto dopo l’arresto dell’ex presidente del gruppo, Carlos Ghosn, accusato di illeciti finanziari: il progetto è quello della costituzione di tre comitati (nomine, audit e remunerazioni, N.d.R.) per riformarsi e aumentare i guadagni. Per rafforzare l’alleanza con Renault che possiede il 43% circa del capitale, e rafforzare la sua posizione, l’azienda giapponese ha approvato la nomina dell’amministratore delegato di Renault, Thierry Bollore, come membro di uno dei comitati insieme a quella del presidente Jean-Dominique Senard che sarà anche vicepresidente del consiglio di amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>