Juventus, un successo finanziario grazie a Ronaldo?

di Daniele Pace Commenta

juventusLa Juventus ha appena lanciato il suo bond unsecured, subito esaurito e allargato da 150 a 175 milioni. Il titolo, da quando è stato acquistato il campionissimo portoghese Ronaldo, è volato in borsa, aumentando il suo valore di più del 110%. Secondo Bloomberg però, il bond doveva andare meglio, ovvero raddoppiare la domanda e andare oltre. Il campionissimo dunque, secondo gli analisti, non ha aiutato la Juve, in questo caso. Ma non è l’unica considerazione.

La situazione Juve

I tifosi, naturalmente, sperano che il bond serva a finanziare una nuova, roboante campagna acquisti, ma in realtà, non è tutto oro quel che luccica.

È vero che l’effetto Ronaldo ha portato le azioni a raddoppiare di valore, e andare oltre, ma la società ha subito anche un forte indebitamento, a cui deve far fronte. La capitalizzazione si è comunque attestata a 1,39 miliardi di euro, più del doppio del valore dell’investimento sul campionissimo, che ha avuto effetti positivi anche sul merchandising e sugli sponsor. I biglietti allo stadio sono stati molto aumentati, e anche l’Adidas ha firmato un nuovo contratto, garantendo il doppio rispetto al vecchio.

Ma il bilancio dice anche che la Juve ha aumentato notevolmente le perdite, con un passivo di 19,2 milioni di euro per la stagione 2017/18. Il calciomercato scorso ha portato perdite per 160 milioni, che incideranno sul debito complessivo. E forse il bond servirà proprio a coprire queste perdite, con il bilancio che tornerà in attivo solo tra 4 o 5 anni.

Alla luce di questi risultati di bilancio, il prezzo delle azioni sembra sopravvalutato, rispetto al valore reale attuale dell’azienda. A questo punto, alcuni investitori potrebbero vendere, per capitalizzare l’investimento, prima che qualche risultato deludente della squadra porti a far scoppiare la bolla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>