Titoli di Stato: Btp, emissioni MEF 27 e 28 ottobre 2010

di Fil Commenta

Il MEF, Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha disposto per mercoledì prossimo, 27 ottobre 2010, con data di regolamento fissata per il giorno 29, un’emissione di titoli di Stato costituita da BTP – Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’Inflazione dell’Area Euro, in ottava tranche, con decorrenza 15 marzo 2010, scadenza 15 settembre 2021, tasso d’interesse reale annuo al 2,10%, con pagamento della cedola con cadenza semestrale, e codice ISIN IT0004604671. Sempre nella stessa giornata saranno collocati i BTP – Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’Inflazione dell’Area Euro, in decima tranche, con decorrenza 15 settembre 2009, scadenza 15 settembre 2041, tasso d’interesse reale annuo al 2,55%, con pagamento della cedola con cadenza semestrale, e codice ISIN IT0004545890.

Le prenotazioni da parte del pubblico dei due BTP sopra descritti potranno avvenire entro e non oltre la data di martedì prossimo, 26 ottobre 2010; per entrambi i Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’Inflazione dell’Area Euro ci sono da corrispondere anche 44 giorni di dietimi di interesse che poi come al solito saranno pagati assieme al rateo maturato dal giorno 29 ottobre 2010 con la prima cedola. Per giovedì prossimo, 28 ottobre 2010, con data di regolamento fissata per lunedì 1 novembre 2010, il MEF ha disposto delle emissioni di BTP – Buoni del Tesoro Poliennali. Trattasi, nello specifico, del nuovo BTP con decorrenza 1º novembre 2010, scadenza 1º novembre 2013, tasso di interesse annuo lordo facciale al 2,25% e codice ISIN che chiaramente è da attribuire.

In quinta tranche viene invece collocato il BTP con decorrenza 1º settembre 2010, scadenza 1º marzo 2021, tasso di interesse annuo lordo facciale al 3,75% e codice ISIN IT0004634132. Per entrambi i BTP, a fronte di lotti minimi sottoscrivibili pari a 1.000 euro nominali, le prenotazioni da parte del pubblico dovranno avvenire entro mercoledì prossimo, 27 ottobre 2010. Per il nuovo BTP non ci sono dietimi da corrispondere, mentre per il BTP con scadenza 1º marzo 2021 i risparmiatori dovranno corrispondere 61 giorni di dietimi che allo stesso modo saranno poi pagati assieme al rateo maturato con la prima cedola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>