Btp italiani andranno in rally? Scenario possibile

di Daniele Pace Commenta

Btp Standard & Poor’s ha mantenuto inalterato il suo giudizio sul debito pubblico del nostro paese, confermando la tripla “B” con “outlook” negativo. Una buona notizia, se si considera che quasi tutti pensavano ad un downgrade dei nostri BTp. Il debito pubblico italiano continua ad essere seguito, e secondo l’Agenzia di rating il rapporto debito/Pil aumenterà. La buona notizia è che il debito privato invece continua a scendere, convincendo S&P a mantenere il suo giudizio sul nostro paese ancora invariato.

Il futuro dei Btp

La diminuzione del debito privato ha convinto S&P perché l’Italia diventi un creditore netto esterno nei prossimi cinque anni. Il bilancio tra crediti e debiti delle imprese e famiglie italiane detenuti all’estero saranno dunque favore dei primi.

Oggi e nel prossimo futuro saranno sotto osservazione i titoli italiani, per cui molti analisti prevedono un rally. Attualmente i Btp a dieci anni si collocano in area 260 punti base con un rendimento del 2,60%. All’apertura dei mercati, questa mattina, i Btp si sono portati a 257 punti, scendendo del 3,10% circa.

Il tutto in una settimana di festività, che ha ridotto gli scambi, e in cui si attendeva la revisione di S&P.

Maggio sarà decisivo per capire il futuro dei nostri titoli, anche attraverso le elezioni europee, che potrebbero cambiare gli equilibri all’interno della maggioranza, se non attraverso uno spostamento dei seggi, con nuovi sentimenti espressi dagli elettori. Una sorta di referendum anche sulla politica economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>