Il giorno pesante di Piazza Affari e le previsioni di oggi

di Daniele Pace Commenta

unicreditA Piazza Affari ieri è stata una giornata pesante, con un rosso del 2,32%. La giornata è stata caratterizzata dalle molte vendite e dall’impennata dello spread italiano, che ha visto i titoli governativi tornare sopra al 2% e il differenziale raggiungere i 150 punti.

La giornata è stata caratterizzata dalle forti vendite, e le previsioni per questa mattina non sono favorevoli.

La situazione

Pesa, sulla borsa milanese, l’attuale situazione politica, incerta e confusa, e in particolare la bozza di contratto tra Lega e M5S con la richiesta di cancellazione del debito italiano per 250 miliardi. Una richiesta di difficilissima attuazione, perché comporterebbe degli scenari finanziari disastrosi per l’economia italiana, la credibilità del debito, oltre ad avere implicazioni tecniche di difficile soluzione, secondo le attuali regole contabili, pur avendo delle possibilità normative.

Non a caso, il settore che più ha sofferto ieri, è stato quello bancario, con una perdita del 3,7%. Una mano l’ha data Saipem, con un rialzo di oltre il 12%, ma oggi sarà un’altra giornata convulsa. Gli investitori punteranno gli occhi sempre sul settore bancario. Sarà da capire se l’aria di diffidenza dei mercati, verso l’Italia, continuerà, oppure si tornerà agli acquisti, per tentare di ottenere dei profitti dalle vendite di ieri. Attenzione quindi all’apertura di questa mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>