Investire in mercati azionari con Btcbot24

di Redazione Commenta

Molti investitori si chiedono come sia possibile guadagnare in Borsa realmente senza subire troppe perdite. Sottolineiamo subito che non esiste alcuna ricetta preconfezionata che garantisca automaticamente un guadagno sicuro. Guadagnare in Borsa ed investire sui mercati azionari è possibile, ma è il frutto combinato di tanto studio, dedizione, passione, strategia e propensione al rischio/rendimento. In questa guida possiamo definire delle valide regole per iniziare ad investire sui mercati azionari, grazie a broker del calibro di Btcbot24 che sta assicurando ottimi rendimenti nell’azionariato americano.

Investire in azioni: cosa sono? 

Investire in azioni significa acquistare una parte del capitale azionario con la previsione che il prezzo dei titoli azionari salga e generi una plusvalenza. I mercati azionari possono generare profitti elevati, ma occorre accettare il rischio. Un titolo azionario o azione rappresenta la quota di capitale di una società. Il possesso di un’azione equivale al possesso di una piccola di un’azienda. Il possesso di un titolo azionario dà diritto a ricevere una quota di dividendi, ovvero degli utili generati dall’azienda. 

Ogni impresa può decidere di distribuire integralmente o parzialmente gli utili aziendali ai proprietari sotto forma di dividendo. I piccoli azionisti non contano assolutamente nulla. I detentori di titoli azionari hanno la possibilità di guadagnare:

  • al momento in cui viene rivenduta un’azione (basta che il suo valore sia aumentato), 
  • con il dividendo semestrale. 

Ad influenzare la quotazione di un titolo azionario sono diversi fattori: dall’andamento della performance aziendale alle scelte del Governo in materia di politica economica. 

Investire nei mercati azionari: le best practices 

Ecco le buone regole da seguire per iniziare ad investire sui mercati azionari: 

  • prendere decisioni informate: prima di investire è bene effettuare una ricerca sull’oggetto dell’investimento. È bene raccogliere informazioni aziendali pubblicate sul sito istituzionale della società o pubblicate sul sito di Borsa Italiana,
  • è bene evitare di seguire il gregge, nel lungo periodo questa strategia risulta fallimentare. Assumi una decisione in modo del tutto autonomo ed indipendente, 
  • investi solo in ciò che comprendi effettivamente. È bene raccogliere quante più informazioni analitiche possibili sul business aziendale, 
  • investi in modo disciplinato e non avere timore delle possibili perdite e rischi. Con una strategia pianificata è possibile puntare a rendimenti eccezionali,
  • non lasciare che le emozioni abbiano la meglio sul giudizio. Quando si investe le peggiori emozioni da provare sono la paura e l’avidità.

Altra buona regola per investire sui mercati azionari è quella di creare un portafoglio diversificato. Il fattore chiave per ottenere un rendimento ottimale degli investimenti con il minor rischio è diversificare il portafoglio tra strumenti e classi di attività con un livello di rischio diverso. Investire in titoli azionari significa acquistare una parte del capitale aziendale con la previsione che il prezzo dei titoli azionari salga e generi una plusvalenza. 

 

Investire sui mercati azionari: è meglio evitare? 

Qualcuno potrebbe chiedersi se investire sui mercati azionari non sia una buona idea. I mercati azionari possono generare profitti elevatissimi ed interessanti per i neofiti, ma anche per gli esperti. Per investire in Borsa è bene dedicare tanto, tempo, studio, passione ed una buona dose di prudenza. Inoltre, è bene aggiornarsi costantemente. Investire su un titolo azionario consente di ottenere profitti solo quando la società distribuisce dividendi. Se il prezzo del titolo azionario scende si perdono soldi. Pertanto, il migliore modo per fare un investimento azionario è utilizzare strumenti derivati. Tuttavia, chi opera con strumenti derivati perde il diritto di partecipare alle assemblee societarie. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>