Investimenti immobiliari in Europa: chi sale e chi scende

di Daniele Pace Commenta

investimenti-immobiliariL’Europa dell’immobiliare cambia ancora volto, con alcune città che risalgono e altre che scendono. Tempo di cambiare dunque, per gli investitori, che possono diversificare il loro portafogli. Tra le città attualmente più interessanti c’è Milano, dove le case non aumentano di prezzo, ma gli affitti sì, così da poter fare investimenti a scopo di locazione. Le due città principali della Spagna invece, Madrid e Barcellona, vedono un rally dei prezzi, mentre scendono a Londra, dopo anni in costante rally. Rally anche a Vienna, dopo la costruzione di nuove abitazioni. Stabile Parigi, da sempre molto cara. A Milano le nuove costruzioni residenziali non hanno alzato i prezzi, e gli appartamenti costano il 20% in meno rispetto al 2007. Possibilità di guadagno dunque sia per la locazione che per vendite future, a lungo termine.
A Madrid e Barcellona continuano a salire i prezzi, specialmente nelle aree più lussuose e residenziali. Qui la crescita è del 12% annuo per le nuove abitazioni. Alcuni però esprimono preoccupazione, visto quel che successe a causa della bolla di qualche anno fa per le nuove costruzioni.
A Londra invece, dopo dieci anni di rally, i prezzi iniziano a scendere anche del 5% sulle nuove costruzioni, in tutta la città. Anche a Parigi c’è stabilità, se si considera che i prezzi delle case stanno aumentando del 3%, contro una media passata del 11%. Del 6,5% invece gli aumenti a Berlino, in controtendenza con i rally degli anni scorsi, mentre gli aumenti a Vienna attorno al 7%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>