Euro continua a risalire la china

di Valentina Cervelli Commenta

Chi si aspettava un dollaro più forte in questo periodo ha dovuto man mano ricredersi: la moneta europea, non senza qualche preoccupazione di alcuni investitori, sta continuando ad essere forte ed a conquistare terreno nel mercato valutario.

Ed oggi sale dello 0,10%, a $1,1910, rintracciando dal massimo degli ultimi due mesi: la moneta verde non rimane comunque a guardare, recuperando sullo yen con un +0,07% a 111,17, dopo aver rotto al ribasso la soglia ieri arrivando 110,85 e quindi toccando il minimo in due mesi. In questo caso sono le pressioni politiche ad aiutare i cross a seguire il loro percorso: l’andamento sembra essere infatti dettato da alcune indiscrezioni secondo cui la Corea del Nord starebbe preparando un altro test missilistico.

Attualmente, sia nel mercato del Forex che in generale il dollaro rientra tra gli osservati speciali degli investitori, soprattutto in funzione del possibile voto del senato americano sulla riforma fiscale e dell’audizione davanti allo stesso del prossimo direttore della Fed, Jerome Powell. Da quel che si è appreso e dagli estratti del suo discorso resi pubblici si sa che il nuovo numero uno in carica dal prossimo febbraio parlerà dei tassi di interesse, chiamati a salire ancora davanti alla riduzione graduale del bilancio della Federal Reserve americana.  In tal senso è necessario ricordare che il dollar index è al momento pari a  92,882 punti, in recupero dal minimo in due mesi testato ieri a 92,496.

Nel frattempo, per ciò che concerne gli altri cross è possibile notare che la sterlina sale sul dollaro dello 0,14%, a $1,3336; lo scambio euro-yen cresce dello 0,16% a 132,39 mentre l’euro guadagna anche sul franco svizzero lo  0,08% a 1,1689. Unico cross in perdita è quello euro-sterlina  con un calo dello 0,03%, a 0,8931.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>