leonardo.it

Codice ISIN per la ricerca univoca degli strumenti finanziari

 
Fil
2 gennaio 2010
Commenta

codice-isinPer individuare uno strumento finanziario quotato, ad esempio, sul circuito di Borsa Italiana S.p.A., esiste un particolare codice, detto “codice ISIN“, che lo identifica in maniera univoca nel senso che non possono esistere due strumenti finanziari con lo stesso codice. Il codice ISIN si compone di dodici caratteri, con i primi due che identificano il Paese di emissione. E così, ad esempio, le azioni ENI, aventi codice ISIN IT0003132476, hanno come primi due caratteri “IT”, ovverosia l’identificativo del nostro Paese, mentre, per fare un altro esempio, il “Lyxor Etf Ftse Mib” ha come codice ISIN FR0010010827, con “FR” che indica la Francia proprio perché lo strumento finanziario, pur essendo negoziabile sul mercato italiano, è emesso da una società, ovverosia da un emittente, con sede operativa in Francia, con la conseguenza che è anche francese per questo particolare strumento la legislazione di riferimento.

Il codice ISIN per lo strumento finanziario è una sorta di marchio indelebile visto che lo strumento finanziario stesso può cambiare in tutto o in parte la propria denominazione, ma il codice ISIN resterà sempre lo stesso. Può tra l’altro verificarsi il caso in cui uno strumento finanziario possa essere emesso sia nella forma nominativa, sia nella forma al portatore; ebbene, in tal caso allo stesso strumento finanziario saranno attribuiti due diversi codici ISIN, per quello al portatore e per quello nominativo.

La fonte sia ufficiale, sia completa, dei codici ISIN italiani, dove ISIN sta per “International Securities Identification Number“, è quella dell’Anagrafe titoli la cui gestione è a cura della Banca d’Italia. In merito, infatti, la Banca centrale italiana svolge il ruolo di Agenzia Nazionale di Codifica degli strumenti finanziari, con la finalità quindi di assegnare un codice ISIN agli strumenti finanziari che sono emessi o che sono trattati dai residenti italiani. L’assegnazione dell’ISIN, chiaramente, è solo finalizzata all’identificazione univoca dello strumento finanziario e non rappresenta un indicatore sulle caratteristiche stesse dello strumento, ovverosia la liquidità, la legittimità, la copertura finanziaria o il grado di affidabilità dell’emittente.

Articoli Correlati
YARPP
Private Equity: investire “facile” con gli Etf

Private Equity: investire “facile” con gli Etf

Il settore del private equity in passato ha rappresentato un campo dove ad operare erano praticamente solo o quasi gli “addetti ai lavori“, ma col tempo si è capito come […]

Etf alto potenziale: investire in azioni delle società indiane

Etf alto potenziale: investire in azioni delle società indiane

Dopo la Cina, l’India è una delle economie emergenti che negli ultimi anni ha fatto registrare elevati tassi di crescita, e contestualmente a rivalutarsi, e non di poco, è stato […]

Etf per investire in Cina

Etf per investire in Cina

Per chi vuole investire sul mercato cinese, una delle aree a più elevato tasso di sviluppo visto che il Paese in futuro si candida a diventare la prima potenza economica […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento